Lug 9, 2007
621 Views
0 0

Le donne fingono sempre

Written by

«Le donne sanno fingere l’amore, figuriamoci l’orgasmo» con questa frase Biagio Antonacci non darà sicuramente una gioia a tutte le sue fan. Anni 43, più di 56 mila spettatori per il concerto del 30 giugno allo stadio San Siro di Milano, racconta a Vanity Fair tutto quello che pensa sull’arte amatoria. Nel suo ultimo disco Vicky Love, c’è un bel po’ di sesso. Per uno che ha sempre cantato l’amore romantico è una svolta. E lui non si tira indietro e ne parla volentieri: «Il sesso è sempre una bella svolta. Di questi tempi i ragazzi ne consumano molto, ma in modo mediato, con internet e gli mms. Ma questa è trasgressione, non sesso».

Che differenza c’è? «La trasgressione è avere senza avere. Ma adesso è tutto così facile e accessibile che accendere il computer e andare su un sito porno non è neanche più trasgressivo. Quando ero un ragazzo io, era diverso: il sesso si sognava. Io immaginavo di fare l’amore con le zie, le professoresse, le amiche della mamma. C’era magia. Si fantasticava sul contatto di pelle tra due persone che si amano e si attraggono».

Meglio il sesso a quarant’anni che a venti? «Ma senza dubbio! A vent’anni il sesso è tutto prestazione. A trent’anni sai che puoi essere un buon amante, ma non lo sei per davvero perché sei anche un po’ egoista. A quarant’anni sei più generoso perché capisci che il sesso è un giardino da coltivare».

E come si accontenta una donna? «Senza fretta. I preliminari sono fondamentali: sono il sabato del villaggio. Più sabato c’è, meglio è. Si può stare ore a tampinarsi in un letto, per conoscersi e per capire come portare la donna al piacere, quello autentico».

Paura che lei finga? «Mi stimola molto questa idea: capire quali sono i segni del vero piacere. Quando si raccontano le bugie ci vuole buona memoria e non tutte ce l’hanno. Io faccio una foto mentale dei dettagli del suo piacere e poi le volte successive confronto: se rimangono più o meno gli stessi vuol dire che non finge».

Ma, secondo lei, perché le donne simulano? «Perché non sono egoiste e vogliono farti capire che sei un amante fantastico. Ci sono donne che fingono l’amore, che cosa vuoi che sia fingere un orgasmo?! Potete autoconvincervi per anni che tutto va bene. E un bel giorno poi in mezz’ora realizzare che è tutto finito, fare la valigia e chiamare un taxi. Ma sto divagando: parlavamo di orgasmi».

Prego, voleva aggiungere qualcosa? «Sì, volevo dire che per far godere una donna bisogna avere la sua stessa sensibilità. Darle piacere come se lo sa dare lei quando è sola. Se un uomo riesce a fare questo è un grande amatore».

E le donne sono capaci di fare lo stesso? «Le donne sono troppo preoccupate di farci godere. E per fare questo vanno di fretta e fanno le pornostar: micione in biancheria sexy. A me il reggicalze fa schifo. Mi piace la donna mamma, che sta in casa in vestaglia: dio, che sesso!».

Per rispondere a una voce che gira: lei è bisessuale? «Ho una parte femminile, quella predisposta all’infelicità, molto sviluppata e penso che la bisessualità sia il mezzo migliore per conoscere l’essere umano. Ma purtroppo, o per fortuna, sono inesorabilmente attratto dal corpo delle donne».

È vero che non è mai stato lasciato? «Mai. E quando succederà sarà una tramvata tremenda, ma arricchirà il mio bagaglio d’esperienza».

Fonte: www.libero.it

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *