Mag 15, 2008
718 Views
0 0

Maradona illumina la partita del cuore

Written by

Sport e Solidarietà. Lo stadio Olimpico di Roma ha ospitato il tradizionale appuntamento con la «Partita del Cuore», iniziativa di solidarietà, sport e spettacolo, giunta all'edizione 2008. Sul prato dello stadio romano la Nazionale Italiana Cantanti e la selezione «Unica» hanno pareggiato 6-6. Intento comune raccogliere fondi grazie ad messaggio dai telefonini al numero 48546, al costo di 2 euro (o tramite versamento su un conto corrente) per la «Fondazione Parco della Mistica» per la realizzazione del primo esempio a Roma e in Italia di un Campus Produttivo della Legalità e della Solidarietà presso la Tenuta della Mistica, 33 ettari di terreno da riqualificare dal punto di vista edile, agricolo e soprattutto sociale.

Prima del fischio d'inizio dell'arbitro Farina di Novi Ligure, spazio ai primi commenti sull'attualità calcistica e in primo piano la lotta per la conquista dello scudetto, apertissima, tra Inter e Roma. Ospite di lusso dell'evento amichevole per beneficenza l'ex Pibe de Oro, Diego Armando Maradona, schierato nelle fila della selezione dei cantanti perchè «come giocatore sono stato un grande cantante», ha detto l'argentino. Francesco Totti, ancora fuori causa per infortunio, è stato coinvolto nella telecronaca dell'evento, senza lasciarsi scappare un commento sul possibile epilogo di serie A: «Sicuramente vincerà l'Inter, è giusto così…», ha detto il capitano dei giallorossi sorridendo. Testimonial dell'iniziativa e tra i protagonisti del progetto, il cantante Gigi D'Alessio, l'attore Raoul Bova e lo stesso Totti. Parola poi anche al portiere della Juventus e della Nazionale Gigi Buffon («Chi vincerà lo scudetto? Qualsiasi verdetto è giusto. Donadoni convocherà Del Piero? Il ct sa sbagliare da solo…», ha detto il bianconero), al neo sindaco della capitale Gianni Alemanno ed al Presidente del Coni Gianni Petrucci.

La Nazionale Cantanti schierava, tra gli altri, i «punti fermi» Luca Barbarossa, capitan Mogol, Paolo Belli, Gianni Morandi, Claudio Baglioni, Biagio Antonacci ed Eros Ramazzotti, con l'aggiunta speciale del centrocampista della Roma Daniele De Rossi, schierato in porta e con Diego Armando Maradona con il numero 10 sulle spalle. Nella selezione «Unica», l'ex pallavolista Andrea Lucchetta, il vincitore di «Amici» Marco Carta, l'attore Sebastiano Somma, il tecnico della Roma Luciano Spalletti, l'attore e tifoso giallorosso doc Claudio Amendola, il pattinatore azzurro Enrico Fabris, il dirigente della Roma ed ex Mundial '82 Bruno Conti, l'ex difensore brasiliano della Roma Aldair, il pilota della Force India Giancarlo Fisichella e, con il numero 10 sulle spalle, l'ex brasiliano dell'Udinese Zico, ora alla guida dei turchi del Fenerbahce. In difesa, non in porta, l'ex numero 1 della Lazio Peruzzi, l'attaccante della Lazio Rocchi.

Ovazione del pubblico per ogni nome chiamato dallo speaker e presentatore della serata Pupo (al fianco di Fabrizio Frizzi). L'Inno di Mameli cantato a squarciagola dall'intero stadio poi il fischio d'inizio della partita (due tempi da 40'). Diego Maradona (con qualche chilo di troppo) deliziava subito il pubblico con un insidioso pallonetto che si alzava sopra la traversa dopo una deviazione. Poi tanti gol e musica in campo, coordinata da Pupo. Per la selezione dei cantanti le reti di Ramazzotti (splendido poker), Antonacci, Maradona (Diego gioca più di un'ora, si procura e trasforma un rigore) ma anche una traversa colpita dall'attaccante del Napoli, Lavezzi. Per l'Unica, gol di Fisichella (doppietta), Amendola (rigore), del pilota di MotoGp Andrea Dovizioso, del campione di slalom Manfred Moelgg e di Fabris. L'incasso, interamente devoluto, è stato di oltre 200mila euro grazie ai 51350 spettatori presenti all'Olimpico che hanno trascorso una serata all'insegna dello sport, del divertimento e della solidarietà.

Fonte: www.quotidiano.net

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *