Ago 15, 2009
45 Views
0 0

Telenovela sul videoclip di Biagio

Written by

“Ma perché dobbiamo sempre rovinare tutto?” Interviene il sindaco Antonio Vaglio ma anche il popolo della rete insorge e bombarda i forum – in primis quello nazionale dell’artista www.antonacci.it ma anche i siti locali e quello della Gazzetta del Mezzogiorno – stigmatizzando la richiesta di risarcimento inoltrata dai proprietari di un edificio fatiscente davanti al quale il cantante Biagio Antonacci ha girato pochi secondi di un video promozionale di una sua canzone. La rabbia dei fan è tanta ma lo è, soprattutto, quella dei salentini e dei pugliesi in generale che vedono infangato “l’onore” che il loro idolo ha tributato ad una città del sud. Evidentemente, però, c’è da mettere in conto anche la volontà della famiglia proprietaria della chiesetta che non ha gradito l’inclusione di un proprio bene in un filmato che, alla fine, è commerciale.

All’unisono alcuni lettori/scrittori della Rete ribadiscono che, se è vero che la famiglia tiene tanto a questo bene tanto da soffrire nel vederlo inserito in un videoclip, allora farebbero meglio a restaurarlo visto che è diventato un rifugio per gli animali. Insomma, la discussione è così “calda” che vi si inserisce anche il sindaco Antonio Vaglio.

“La promozione della nostra città, del centro storico e della meravigliosa fascia costiera – afferma il sindaco Antonio Vaglio – passa anche attraverso la realizzazione di video musicali, soprattutto se realizzati da artisti famosi e di successo come Biagio Antonacci , che sono amati dal grande pubblico, e dai giovani talenti. L’Amministrazione comunale ha per questo motivo inteso assicurare massimo supporto ai responsabili di Masseria Bernardini e della casa di produzione milanese “I’m productions”, (nella persona dell’amica Francesca Chiappetta) perché Biagio Antonacci decidesse di girare la clip di una sua canzone nella nostra città. Risulta ovvio, oggi a maggior ragione, che l’Amministrazione comunale resta sensibile a quanti vogliano investire in tal senso: come primo cittadino sono dispiaciuto che richieste campate in aria e comunque pretestuose possano far allontanare eventuali imprenditori e artisti interessati ad operare nel territorio di Nardò.

Da parte mia grande disponibilità anche a nome dell’Amministrazione comunale. Ringraziamo anche gli imprenditori che impegnano risorse nel recupero delle masserie fortificate, preziose testimonianze del nostro passato e della nostra cultura, per trasformarli in esclusivi “resort” in cui far trascorrere ai turisti momenti di svago e serenità o anche come centri di produzione cinematografica. Queste strutture di primo livello sono elementi indispensabili per calamitare l’attenzione dei turisti sulla nostra terra, con indubbi vantaggi anche per l’enogastronomia, l’agricoltura e l’artigianato.  

Antonio Vaglio

Fonte: www.portadimare.it

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *